CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: PUBBLICATA LA NUOVA UNI 10200

CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: PUBBLICATA LA NUOVA UNI 10200

La nuova UNI 10200:2018 dal titolo “Impianti termici centralizzati di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria – Criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria” è entrata a far parte del corpo normativo nazionale l’11 Ottobre 2018.

contabilizzazione-ripatizione spese-equobox-uni 10200

La norma stabilisce i criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale (riscaldamento), climatizzazione estiva (raffrescamento) ed acqua calda sanitaria (ACS) in edifici dotati di impianto centralizzato, provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione (diretta o indiretta) dell’energia termica utile, distinguendo i consumi volontari delle singole unità immobiliari da tutti gli altri consumi. Vengono definiti i metodi per la ripartizione delle spese in proporzione ai prelievi effettivamente registrati, così da incentivare la razionalizzazione dei consumi ed il contenimento degli sprechi, pur salvaguardando il comfort abitativo, ed esplicitati i criteri di ripartizione della cosiddetta componente involontaria, dovuta alle dispersioni dell’impianto.

Di seguito i principali aggiornamenti:

  • la razionalizzazione e l’ottimizzazione dell’intera procedura di calcolo di ripartizione;
  • l’inserimento della ripartizione delle spese anche nel caso di climatizzazione estiva o raffrescamento;
  • l’immissione di una metodologia per la ripartizione delle spese per gli edifici ad utilizzazione discontinua o saltuaria;
  • una descrizione approfondita delle condizioni di utilizzo dei ripartitori di calore nel rispetto della UNI EN 834;
  • l’introduzione di indicazioni specifiche in merito alla procedura di calcolo di ripartizione per alcuni casi particolari, come ad esempio le tubazioni correnti nelle unità immobiliari, o particolari configurazioni impiantistiche, come condomini i articolati in più fabbricati;
  • l’istituzione di una gerarchia a 4 livelli per la determinazione della potenza dei corpi scaldanti nel rispetto delle UNI EN 442-2 e UNI EN 834;
  • il dettaglio delle modalità di valutazione per i fabbisogni dell’edificio e della singola unità immobiliare e per le perdite di distribuzione (Appendice D).

EQUOBOX è la soluzione IoT di Sinapsi, ideale per la contabilizzazione e la ripartizione dei costi di esercizio in conformità alla UNI 10200!

EQUOBOX è lo strumento per Energy Manager, Amministratori di condominio, Facility Manager, Utilities, in grado di contabilizzare l’energia e le risorse di un edificio.
E’ uno strumento estremamente flessibile in grado di supportare l’utente in vari campi di applicazione: dal residenziale (in presenza di contabilizzazione diretta o indiretta) , commerciale ed industriale.
La sua vasta gamma di dispositivi permette la contabilizzazione di diverse grandezze provenienti da fonti diverse: energia termica e frigoriferaacqua sanitaria calda e freddaenergia elettricagasacque grigierifiuti solidi urbani. Offrendo garanzia sui dati, mostra un preciso e puntuale dettaglio di informazioni sui consumi dell’utente, rendendolo consapevole ed in grado di poter perseguire efficienza energetica. Ottimizzando e riducendo i propri consumi, l’utente riesce a realizzare notevoli risparmi economici ed ambientali.